Schiena a scuola: i consigli di Isico - Ippocraterosa

Magazine di medicina, salute e benessere
Ippocraterosa
Ippocraterosa
Ippocraterosa
Vai ai contenuti

Menu principale:

Schiena a scuola: i consigli di Isico

Una nuova ricerca conferma: lo zaino non fa diventare la schiena curva
Gli ultimi dati lo dimostrano chiaramente: sempre più bambini e adolescenti (uno su due per la precisione) soffrono di mal di schiena proprio come gli adulti. E gli zaini di scuola sono i principali imputati, tanto che secondo i dati raccolti da Isico (Istituto Scientifico Italiano Colonna Vertebrale) oltre il 95 per cento dei genitori si preoccupa per posture scorrette o atteggiamenti sbagliati della colonna assunti dai loro ragazzi. Sfatiamo subito un mito e aggiungiamo un consiglio: inutile preoccuparsi troppo perché lo zaino non fa diventare la schiena curva e tanto meno provoca patologie come la scoliosi; bisogna invece mettere in movimento i nostri figli, il più possibile. Anche durante le lezioni.
I nostri ragazzi portano lo zaino in spalla per brevi tratti e per periodi di tempo inferiori ai 15 minuti. Se lo zaino è molto pesante, dopo 20 di peso sulla schiena possono insorgere dolori, solitamente risolti alla rimozione dello zaino.
Se i ragazzi hanno un buon tono muscolare, il rischio di incorrere nel dolore si abbassa notevolmente - spiega il dott. Fabio Zaina, fisiatra di Isico - Patologie come la scoliosi o la cifosi non hanno nulla a che vedere con lo zainetto o la postura. Uno zaino, portato troppo a lungo o indossato nel modo sbagliato, può causare mal di schiena, senza però arrecare nessun danno strutturale. Certo un fisico allenato, che fa attività fisica regolarmente, sostiene meglio lo zaino. Spezziamo anche una lancia a favore del vecchio zainetto, da preferire al trolley, scomodo dove ci sono scale e in grado di causare sovraccarichi alla spalla”.
Quanta attività fisica fare quindi? Almeno un’ora al giorno secondo le Linee Guida internazionali, non necessariamente di sport agonistico, anzi: attività fisica se ne fa semplicemente giocando al parchetto sotto casa. Importante è rompere la sedentarietà, lo stare troppo a lungo seduti che affligge molti dei nostri bambini, a scuola ma anche, e soprattutto, per il resto della giornata a casa. Camminare allora per andare a scuola se il tragitto è breve. Approfittare dell’intervallo per giocare e correre, alzarsi a intervalli regolari dal banco e fare sport il più possibile.
Infine il banco o la scrivania, fondamentali per una postura corretta.
Sedia, banco e scrivania devono essere adeguati all'altezza del ragazzo. E' importante sedersi il più possibile indietro con il bacino e appoggiarsi con il dorso allo schienale quando si usa il computer o si ascolta a scuola, mentre quando si legge o si scrive ci si può inclinare in avanti appoggiando gli avambracci sul piano di lavoro, sempre curando che il bacino sia ben indietro - consiglia la dott.ssa Negrini - Un piano di lavoro inclinato (per esempio un leggio) può essere d'aiuto. Lo stesso insegnante può prevedere piccole sessioni di movimento per rompere la sedentarietà al banco di ore: sono sufficienti pochi minuti per una manciata di esercizi di school gym”.
Durante gli anni scolastici la schiena dei nostri bambini attraversa un periodo in cui potrebbe incorrere in possibili patologie:
Prestare attenzione alla colonna dei bambini sia da parte dei genitori sia da parte degli insegnanti - conclude il dott. Fabio Zaina - lo screening comincia a casa: osserviamo la schiena dei bambini e, se si reputa necessaria una va-lutazione più accurata, rivolgiamoci allo specialista. La scoliosi è una patologia che va dia-gnosticata prima possibile e curata con una terapia specifica”.

Il decalogo di Isico: “Schiena sana a scuola”
1. Il peso dello zainetto non dovrebbe superare il 10-15% di quello corporeo; al di là delle esigenze scolastiche, non portare nulla di superfluo
2. Lo zaino ideale: uno schienale imbottito ma rigido, spallacci morbidi, una maniglia e se possibile cinture addominali
3. Lo zaino non deve essere né troppo grande né troppo pesante rispetto alla corporatura del bambino; va riempito in altezza e non in larghezza
4. Insegnare ai bambini a tenere una postura corretta al banco, in piedi o davanti al tablet.
5. Evitare di tenere la stessa posizione al banco per tempi troppo prolungati: rilassare le spalle, fare piccoli movimenti e alzarsi
6. Leggere e studiare in posti e posizioni diverse: alla scrivania, sul letto, sul divano o camminando per casa. Utilizzare un leggio
7. Fare un’ora di attività fisica ogni giorno, meglio se diversificata
8. Una colonna in movimento è la prima prevenzione al mal di schiena. L’intervallo è un diritto, ma anche un dovere: muoversi e sgranchire le gambe fa bene anche alla schiena
9. Se si usa un tablet o videogioco tenerlo inclinato
10. Screening a casa: prestare attenzione alla schiena dei bambini, a possibili disagi o insorgenza di patologie (dorso curvo, scoliosi,); eventualmente rivolgersi a uno specialista per una valutazione più accurata.

School gym: quando l’insegnante dà una mossa
a) Flettere la testa a destra avvicinando l'orecchio alla spalla destra; di seguito abbassare la spalla sinistra fino ad avvertire tensione lateralmente a livello del collo; mantenere la posizione per alcuni secondi e poi ripetere sul lato opposto
b) Espirando flettere lateralmente il busto allungando il più possibile il braccio verso l'alto e in avanti; mantenere la posizione per qualche secondo per poi tornare alla posizione di partenza
c) Spingere indietro i gomiti cercando di avvicinarli dietro alla schiena, mantenendo la posizione per almeno 5 secondi
d) Allungarsi in modo alternato con un braccio verso l'alto, come per afferrare qualcosa
e) In piedi: una serie di cinque saltelli sul posto; giro su se stessi per 360° in senso orario, seguito dallo stesso movimento in senso antiorario; alzarsi sulla punta dei piedi e fare una “Ola” sul posto con le braccia alzate
Per Informazioni: Isico IIstituto scientifico italiano colonna vertebrale (www.isico.it)

Mara Sala
Pubblicato il 10 settembre 2018

Torna ai contenuti | Torna al menu